Da Mimmo – Bergamo Alta

Dettagli

Se avessi avuto la libertà di scegliere un titolo più creativo per questa mia recensione sarebbe stato: “La vera pizza napoletana: la trovi a Bergamo (alta!)”.
Apparentemente un ossimoro geografico che non deve invece trarre assolutamente in inganno. Al ristorante Da Mimmo la pizza viene veramente realizzata seguendo la tradizione – con un impasto biologico e privo di grassi che viene lasciato lievitare per 36 ore – ingredienti di prima qualità e DOP, e una cottura in forno a legna con legno di faggio, che rendono il risultato di questo prodotto davvero unico e prefetto: la pizza eccellente e con il suo cornicione di 2 cm, viene proposta in numerose varianti.
Imperdibili le pizze DOC, con un focus meritato sulle 8 varietà di Margherite proposte in carta: dalla versione classica con vero fiordilatte, a quella con burrata; dalla margherita con alici a quella con mozzarella di bufala.
Podio anche all’intuito di ideare una sezione dedicata alle pizze slow-food, realizzate ovvero con ingredienti prodotti dai presidi slow food, secondo le pratiche tradizionali. Tra queste, irrinunciabile, la pizza allo stracchino delle valli orobiche e lardo bergamasco al rosmarino.
Degne di merito anche le pizze della tradizione di famiglia, in cui è possibile ritrovare tutti i sapori e il calore del sud che, solo nell’apparenza, contrastano con i sapori delle pizze “bergamasche” che osano con successo la sperimentazione di legami e fusioni con i più tipici prodotti della tradizione orobica, dai formaggi più saporiti a – udite udite! – la polenta!
Bella e lodevole anche l’iniziativa di inserire in carta una Pizza della solidarietà, la cui scelta contribuisce al sostenimento di un progetto benefico in Malawi.
A sessant’anni dalla sua apertura, questo Ristorante ha saputo mantenere tutta la sua tradizione, accettando tutte le sfide imposte dalla modernità e dall’innovazione, con un risultato perfetto e una qualità che in pochi sanno offrire agli amanti del buon cibo e in particolare, della buona pizza.

www.ristorantemimmo.com

Condividi
Stefania Buscaglia

293 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...