GourmArte: Eccellenza in Fiera a Bergamo

La Cucina è Arte. Questo l’ho già asserito in occasione dell’incontro di Loci Cibus , provando che è Arte in quanto attività umana svolta singolarmente o collettivamente che si traduce in forma di creatività ed espressione estetica. E’ Arte, poiché capace di generare emozione e muovere sensazioni profonde e incontrollabili. E’ Arte, in quanto concentrato di tradizione e innovazione e melange perfetto di doti innate, studio e tecnica.

Non è un caso se a Bergamo – città da sempre attenta al bello e al pregio – da ormai quattro anni, si svolge una manifestazione dedicata al cibo che porta nella sua denominazione tutta l’essenza dell’Arte e che – guarda il caso – si tiene in contemporanea con il Baf, manifestazione interamente dedicata alle arti figurative moderne e contemporanee.
Parliamo di Gourmarte, avvenimento gastronomico con una peculiarità importantissima: solo eccellenza! E così, dal 28 al 30 novembre 2015, appuntamento  in Fiera a Bergamo con il meglio dell’enogastronomia lombarda: in degustazione oltre 100 prodotti pregiati, sapientemente realizzati da abili artigiani del gusto e interpretati in cucina da 24 cuochi, autentiche stelle del firmamento nazionale come – solo per citarne alcuni – Aimo Moroni, Claudio Sadler, Vittorio Fusari, Chicco Cerea ed Ezio Gritti.
Una kermesse unica per incontrare i produttori e conoscerne le storie fatte di impegno, talvolta sacrificio, passione e dedizione; degustare e acquistare prodotti di assoluta qualità; sedersi alla tavola dell’esclusivo Ristorante, il solo al mondo ad ospitare tra i fornelli 8 grandi chef stellati in contemporanea, ogni giorno diversi; sorseggiare insieme ai sommelier AIS l’accurata selezione di vini di Franciacorta e Valtellina della grande Enoteca; partecipare a degustazioni guidate da autorevoli esperti del settore; assistere ad originali e avvincenti show cooking.
A GourmArte la selezione dei prodotti è rigorosa ed è operata da una commissione di intenditori guidata dal giornalista e critico enogastronomico Elio Ghisalberti, ideatore della kermesse: ogni artigiano del gusto che espone a GourmArte viene individuato per uno specifico prodotto – offerto in degustazione a tutti i visitatori della fiera – ritenuto l’eccellenza assoluta per la sua categoria: come il pregiato caviale di Calvisius, la Borroeula del lecchese Carlo Casati, o il celeberrimo moscato di Scanzo dell’Azienda Agricola Biava. O ancora, l’ormai celeberrima Macelleria Motta che da più generazioni tratta la carne con sapienza e grande cultura.

In questo modo all’interno della manifestazione vengono valorizzate realtà di dimensioni e caratteristiche differenti: ci sono i Custodi del Gusto, che mantengono viva la tradizione del territorio lombardo; i Maestri del Gusto, aziende ormai mature che nel corso degli anni si sono messe in luce per l’elevata qualità, l’etica e le capacità imprenditoriali e progettuali. O gli Esploratori del Gusto, aziende con base in Lombardia, che si sono distinte per l’opera di divulgazione di prodotti particolarmente ricercati provenienti dai loro territori di origine.
Clicca qui per l’elenco completo degli espositori.


Il Ristorante, con cucine a vista ed elegante mise en place, è infine il regno degli Interpreti del Gusto: cuochi, per lo più stellati, che hanno contribuito a tenere alto in Italia e nel mondo il vessillo della ristorazione lombarda: da i Fratelli Cerea di Da Vittorio a Philippe Leveillè; da Alessandro Negrini e Fabio Pisani di Aimo e Nadia a Claudio Sadler. Ma il nome che risuona con maggior piacere è quello di Ezio Gritti - Chef di Solata Restaurant (Bali – Indonesia) che torna in Italia e sceglie proprio la piazza di Gourmarte per riabbracciare la sua terra; e lo fa proponendo un piatto della tradizione contaminato dagli evidenti tratti esotici: un filetto d’agnello con polenta profumata al cocco.
Visita l’elenco completo dei piatti e degli Chef.


Grande spazio anche alle degustazioni, guidate da autorevoli esperti.
Anche l’edizione 2015, come le precedenti, prevede la presenza di una regione ospite: al fianco dei colleghi lombardi ad animare GourmArte ci saranno i migliori prodotti – ad esempio l’olio, una selezione di vini di Manduria e il goloso pallone di Gravina – e chef pugliesi, come Gegè Mangano o Angelo Sabatelli: un connubio vincente, tutto da gustare!

Insomma, un’occasione imperdibile per gli amanti dell’eccellenza gastronomica – quella vera – alla scoperta di prodotti unici della Lombardia. Info e costi al seguente link.

www.gourmarte.it 

Condividi
Stefania Buscaglia

292 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...

Commenti

Lascia un commento HTML non supportato