Lieviti d’Autore: la Toscana rende onore alla pizza

Come raccontato chiaramente nella mia intervista allo Chef Massimo Giovannini, nella mia rubrica Chef, Templi Del Gusto Ricette Divine, realizzata per il Giornale.it, secondo la Guida Gambero Rosso “Pizzerie d’Italia”, senza dubbio la più autorevole in materia di pizza, vi è una regione italiana che sta silenziosamente ed elegantemente spingendo in termini di qualità e creatività, facendo sentire tutta la sua presenza e pressione al primato campano. Questa regione è la Toscana che, essendosi imposta nell’Olimpo della Guida, conquistando i 3 Spicchi con ben 6 pizzerie, ha anche mostrato di saper imporre la propria supremazia nella categoria delle “Pizze a Degustazione”, quelle in cui – diciamocelo – vengono creati dei veri e propri piatti gourmet.

Per questa ragione, nella splendida Pietrasanta – in provincia di Lucca – dal 25 al 27 luglio, presso la pizzeria Apogeo, si troveranno alcuni tra i migliori pizzaioli d’Italia 3 spicchi Gambero Rosso – ovviamente toscani – che, in occasione della manifestazione “Lieviti d’Autore”, ci permetteranno di degustare le proprie opere d’arte, in un evento davvero unico.
A fare gli onori di casa, ovviamente, Massimo Giovannini dell’Apogeo, che accoglierà colleghi altrettanto pluriblasonati come Gennaro Battiloro della pizzeria Kambusa, Paolo Pannacci de Lo Spela, Graziano Monogrammi de La Divina Pizza e Giovanni Santarpia dell’omonima pizzeria.

La manifestazione si è aperta con un tris d’assi: ovviamente il padrone di casa Massimo Giovannini, affiancato ai forni da Paolo Pannacci de Lo Spela Gennaro Battiloro della pizzeria Kambusaquest’ultimo in rappresentanza della tradizione partenopea.

Ciascuno Chef pizzaiolo ha proposto la sua versione della pizza Margherita, affiancandola a una specialità ideata per la manifestazione.
La pizza speciale proposta da Massimo Giovannini dell’Apogeo è la Polpo e Patate, una pizza che richiama un piatto tipico della stagione estiva delle zone costiere si tutta Italia, realizzata con crema di patate, polpo, sedano croccante, polvere di olive taggiasche, filetto di pomodoro e olio prezzemolato.
Paolo Pannacci de Lo Spela ha invece voluto giocare con un protagonista della sua terra – la carne chianina – proponendo una pizza speciale con un impasto di farina integrale macinata a pietra e arricchita di semi di lino, girasole e farina di segale, valorizzata con mozzarella, cipolla di certaldo, tartare di chianina, alga wakame e cetrioli disidratati.
Infine, Gennaro Battiloro, ha saputo impressionare con un leggerissimo e digeribilissimo impasto napoletano arricchito da pomodoro giallo del Vesuvio San Marzano DOP essiccato al sale di Trapani accompagnato con una provola affumicata di Agerola e salvia.

Lieviti d'Autore 2016E non siamo che all’inizio… la manifestazione proseguirà sino al 27 luglio con un alternarsi degli Chef pizzaioli che si daranno il cambio ai forni posizionati all’interno dello splendido parco della pizzeria Apogeo.
E proprio il 27 giugno, alle ore 18.00, si terrà un interessantissima tavola rotonda sull’universo della pizza e tutti i suoi possibili sviluppi. Un Universo che ha solo iniziato a comprendere le sue reali possibilità… Così, in attesa di capire se la prestigiosa Guida Michelin sceglierà se attribuire il sistema di votazione delle stelle anche per le pizzerie, forse sarà utile comprendere quali possano essere gli obiettivi per trasformare definitivamente un prodotto della tradizione, in pura eccellenza!

Lieviti d’Autore
c/o Pizzeria Apogeo – via Pisanica 136 Pietrasanta (LU)
25-27 luglio 2016
a partire dalle ore 18.00
ingresso libero con consumazione a gettone

photo credits © Lucio Elio

Condividi
Stefania Buscaglia

293 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...