Nasce bistRo Aimo e Nadia, il bistrot della coppia Pisani-Negrini

Nessuna tregua per la coppia Fabio Pisani e Alessandro Negrini e tutta la squadra de Il Luogo di Aimo e Nadia capitanata con tenacia da Stefania Moroni, che – dopo la presentazione di un libro e l’annuncio relativo al progetto di ristrutturazione del ristorante, parte con un nuova avventura che prende forma nel centro di Milano e nasce grazie al felice incontro con la Galleria Rossana Orlandi, punto di riferimento per il design italiano e – come nel caso dello storico Luogo fondato da Aimo e Nadia Moroni nel 1962 – rappresentante di eccellenza e cultura italiana.

Un bistrot, o meglio, un bistRo che – prendendo a prestito logo e iniziali di Rosanna Orlandi, considerata tra le più influenti galleriste di design d’avanguardia – si concretizza in uno spazio conviviale in cui le personalità delle due realtà si esprimono in maniera complementare, coerente e convincente.

La cucina e il bar (disponibili al pubblico dal lunedì al sabato, dalle 7.00 alle 23.00)  nascono sugli stessi principi di italianità, selezione delle materie, rispetto per il territorio e dei suoi produttori, propri de Il Luogo di Aimo e Nadia che, applicati a piatti più semplici e fruibili, promettono di soddisfare le esigenze dei commensali desiderosi di consumare una colazione ricca o un caffè veloce, un pranzo di lavoro o un lunch-break, una golosa merenda o un tè, un aperitivo raffinato o una cena informale.

Ai fuochi, la coppia Pisani-Negrini cede testimone e mestoli a una squadra che, dopo un lungo percorso nelle cucine del Luogo, promette di proseguire e confermare coerentemente quella filosofia che ha segnato l’identità e l’immagine di un ristorante che rimane il vero precursore e iniziatore dell’italianità nell’Alta cucina.

L’ambiente, caldo e accogliente, rievoca le atmosfere dei primi del novecento, integrandosi con naturalezza a elementi più moderni. Il progetto d’interni, interamente curato da Rossana Orlandi, rappresenta una sorta di estensione della Galleria, di cui il bistRo rispecchia stile e creatività: pezzi vintage firmati da designer noti ed emergenti, sedute, carte da parati e tappezzerie Etro, tavoli nudi e una garbata luminosità sono solo alcuni degli elementi che conferiscono al bistRo Aimo e Nadia un ambiente unico e di gran fascino.

www.bistroaimoenadia.com

Condividi
Stefania Buscaglia

292 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...

Lascia un commento HTML non supportato