Pesto alla genovese

Non pretendo di insegnare a nessuno come fare un pesto alla genovese. Pubblico semplicemente la mia personale ricetta per ottenere un pesto delicato nel gusto e bello da vedere: il segreto sono due piccoli ma fondamentali accorgimenti: utilizzare un buon frullatore potente che consenta di eseguire l’operazione in maniera super-veloce e procurarsi del ghiaccio, che vi permetterà di servire un pesto bellissimo e di un verde brillante.
Le mie dosi differiscono enormemente dalla ricetta classica perché io preferisco esaltare il profumo del basilico – piuttosto che quello di aglio e formaggi (infatti, non utilizzo neppure il pecorino!
E si sappia… persino gli Chef non preparano più il pesto al mortaio…

PESTO ALLA GENOVESE

INGREDIENTI (per 4 persone)
100 gr di foglie di basilico
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di pinoli
80 gr di grana grattugiato
100 gr di olio EVO
1 cucchiaino di sale grosso
8 cubetti di ghiaccio

PREPARAZIONE
Mettete nel bicchiere del frullatore, in questa esatta sequenza: l’aglio privato della buccia e del germoglio, i 4 cubetti di ghiaccio, le foglie del basilico, i restanti 4 cubetti di ghiaccio, il sale, i pinoli, il formaggio e l’olio. Azionate il frullatore alla massima velocità e frullate sino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Se necessario – a metà operazione – fermate il robot e compattate il tutto verso il basso, con l’aiuto di un leccapentola. E’ importante che l’operazione sia il più veloce possibile per evitare che le lame e il calore compromettano la clorofilla e quindi la brillantezza della salsa.

scarica la ricetta

Condividi
Stefania Buscaglia

298 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...

Commenti

  • Eugenio 2 anni ago

    Interessante :-)

Lascia un commento HTML non supportato