Spaghetti al burro con polenta e avocado bruciati

Tutti abbiamo un momento nella vita che ha segnato il nostro imprinting con la cucina: il mio è stato probabilmente quello in cui ho assaggiato lo Spaghettone burro e lievito di Riccardo Camanini, chef del ristorante stellato Lido 84. Momento topico che ha “investito” gli spaghetti al burro di un’importanza fondamentale nella mia cucina. E’ un piatto infatti che preparo spesso e che mi consentono di fare un’ottima figura con i miei ospiti.
Oggi vi propongo una ricetta gourmet di facile esecuzione con cui fare un figurone, vista la particolarità dell’abbinamento: la dolcezza del burro, l’acidità del pomodoro e la nota affumicata data dall’avocado e dalla farina di polenta. L’idea mi è nata sempre al tavolo di un ristorante, questa volta il N.o.i. di Bergamo, dove lo Chef Tommaso Spagnolo propone idee e accostamenti sorprendenti, come polenta e avocado alla griglia.

Dunque, prendetevi 5 minuti e segnatevi questa ricetta passo-passo, realizzata con gli strumenti da cucina Fackelmann: farete davvero un figurone!!!

SPAGHETTI AL BURRO, CON POLENTA E AVOCADO BRUCIATI

INGREDIENTI (per 4 persone)
320 g spaghetti
200 gr burro dolce
½ tazza di farina di mais giallo per polenta
2 Avocados
30 pomodori datterini
zucchero a velo
1 lime
Olio EVO, sale, peperoncino q.b.

PREPARAZIONE
1. Preparate i pomodorini confit, preriscaldando il forno a 115°: lavate e asciugatene 20 e sezionateli in 2 parti. Posizionateli con la parte interna rivolta verso l’alto, su una teglia da forno, sopra un foglio di carta da forno. Se i pomodorini sono particolarmente piccoli, potete lasciarli interi e procedere con le medesime operazioni.
Aggiungete il sale – in modo che consenta ai liquidi di “spurgare”, lo zucchero a velo e un filo d’olio.
Infornate per circa 2 ore.

2. Estraete il succo dai restanti pomodori datterini e uniteli ai datterini confit frullati e passati al setaccio. Trasferite in un biberon da cucina.

3. Nel frattempo, preparate la salsa di avocado “bruciata”, pulendo e ricavando la polpa dell’avocado.

Arroventate una griglia, ungetela leggermente e piastrate gli avocado, senza temere di essere generosi nel “bruciacchiarli”.

Frullate il tutto, aggiungendo il succo di mezzo lime, il peperoncino e regolando di olio e sale. Trasferite in un biberon da cucina.

4. Arroventate una padella di ferro e scaldatevi la farina di polenta, sino a quanto non sentirete un piacevole profumo di pop-corn. Togliete dal fuoco e trasferite in un recipiente freddo, in modo da fermarne la cottura.

5. Porzionate gli spaghetti e cuoceteli in abbondante acqua non troppo salata.

6. Sciogliete in una padella antiaderente il burro a fuoco bassissimo. Aggiungete ½ mestolo di acqua di cottura della pasta e continuate a scaldare la crema, dove mantecherete gli spaghetti.

7. Impiattate come da immagine, facendo uno splash con le due salse, posizionando il nido di spaghetti e completando il piatto con polenta bruciata e scorza di lime.

per gli strumenti utilizzati: Fackelmann
photo credits © Lucio Elio

scarica la ricetta

 

Condividi
Stefania Buscaglia

298 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...

Lascia un commento HTML non supportato