Uovo in camicia con asparagi e Tartufo bianchetto

Per la mia Pasqua sono ormai anni che scelgo di fare spallucce alla tradizione del consumo di carne di agnello, che – se proprio devo – preferisco mangiare in altri periodi dell’anno, evitando di contribuire a inutili mattanze e riservandomi la possibilità di scegliere carne di maggiore qualità, allevata in condizioni non intensive. Per me pasqua è primavera e se devo associare un alimento a questa stagione, mi è impossibile non pensare all’asparago che, aihmé, la natura ci consente di consumare secondo stagione, per soli due mesi all’anno. Quindi, tra aprile e maggio, sono solita mangiare asparagi anche a colazione… Soprattutto da quando ho scoperto le eccezionali varietà biologiche di Castel Cerreto.
Un alimento che a mio avviso rappresenta perfettamente la pasqua è l’uovo. Chef Michele Sana mi ha insegnato i trucchi per preparare la ricetta dell’uovo in camicia perfetto. Trucchi che io condividerò con voi in questa ricetta resa sublime dal profumo del Tartufo bianchetto Tuber borchii Vitt, prelibatezza dai sentori agliacei e tra i meno cari in commercio che ho conosciuto grazie a Gloria Bonucci, la mia tartufaia di riferimento e Presidentessa di U.T.O.Unione Tartufai Orobici.

UOVO IN CAMICIA CON ASPARAGI E TARTUFO BIANCHETTO

INGREDIENTI (per 4 persone)
4 uova bio
1 mazzo asparagi bio
40 g Tartufo bianchetto
2 patate
olio EVO/sale q.b.
aceto di vino bianco q.b.
Sale nero di Cipro

PREPARAZIONE
Lavate e asciugate gli asparagi, eliminando la parte dura e coriacea dal gambo. Cuoceteli a vapore per 20 minuti. Tagliateli a losanghe, ricavando da ciascuno 3/4 pezzi. Lasciate insaporire in padella con un filo d’olio. Tenete in caldo.

Sbucciate e tagliate le patate a tocchetti, immergetele in un pentolino con acqua fredda salata e bollite per 10 minuti; scolate e schiacciate con uno schiacciapatate. Ammorbiditele con un filo d’olio. Tenete in caldo.

Passate alla preparazione dell’uovo in camicia: in un pentolino alto e stretto, portate a bollore l’acqua, aggiungete una spruzzata d’aceto, poco sale e abbassate la fiamma. Con una frusta da cucina create un vortice in cui farete cadere delicatamente l’uovo precedentemente sgusciato in una tazza. Contate fino a 70 e togliete. I segreti per ottenere una camicia perfetta sono 2: utilizzare un pentolino dal diametro stretto (14/15 cm) e scegliere uova bio freschissime. Con questi accorgimenti, non potrete sbagliare! Guarda il video.

Impiattate, posizionando sul fondo la purea di patate, proseguite con uno strato di gambi d’asparago, adagiatevi sopra l’uovo e decorate con le punte degli asparagi. Lucidate con un filo d’olio e una presa di sale nero di Cipro. Affettate qualche lamella di Tartufo bianchetto e servite. Perché la vera eccellenza sta nella semplicità!

scarica la ricetta

photo credits © Lucio Elio

Condividi
Stefania Buscaglia

293 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...

Lascia un commento HTML non supportato