Lo Chef

Michele Sana ChefA fianco di Mangiare da Dio sin dal principio, maestro e compagno di viaggio insostituibile, lo Chef Michele Sana fornisce suggerimenti preziosi e irrinunciabili per chiunque desideri migliorarsi in cucina. E lo fa attraverso le esclusive Ricette dello Chef, rivelate all’appassionato pubblico di Mangiare da Dio.
Classe ’87 e bergamasco DOC, lo Chef Michele Sana nasce sotto il segno del Toro. Testardo e tenace giovane Chef, è alla ricerca di continue sfide ed esperienze  che possano perfezionare la sua professionalità e conoscenza.

Oggi è Chef, Testimonial e Docente di riferimento della ValKo, azienda leader in Italia per la produzione di sistemi di cottura sottovuoto.
Collabora e lavora anche in occasione di Show Cooking e come Personal Chef per eventi pubblici e privati.

Sviluppa sin da subito attitudine e passione per la cucina gourmet e per le tecniche di cottura più all’avanguardia.
Diplomatosi a pieni voti alla Scuola Alberghiera di San Pellegrino Terme (BG), inizia sin dalle prime esperienze ad affiancare grandi maestri in cucina in occasione di baqueting. Muove i primi passi al ristorante Lou Ressignon di Cogne, dove la famiglia Allera gli insegna ciò che vi è da conoscere nel mondo della ristorazione. Entra presto in confidenza con la filosofia d’eccellenza degli Chef Stellati che lo traghetta in breve tempo al fianco di Chef Fabrizio Ferrari, ai tempi in cui il ristorante Roof Garden di Bergamo brillava nel firmamento Michelin. Ed è proprio Ferrari a convincerlo a iniziare la sua collaborazione con Ascom come docente di formazione per i corsi sul “Sottovuoto come tecnica di cottura“. Contemporaneamente alla sua esperienza in cucina, Michele non smette mai di apprendere e di accettare sfide che possano aiutarlo a crescere e a soddisfare i suoi stimoli: è così che nel 2012, si classifica al I° posto nel concorso Giovani Chef Cuochi in Scena a Bergamo.

Chef Michele SanaNel 2011, Chef Michele Sana è pronto a varcare la soglia dell’Osteria di Via Solata, ristorante che ha fatto la storia – lasciando un vuoto incolmabile – nella ristorazione stellata di Bergamo Alta. A fianco di Ezio Gritti, Chef Michele Sana apprende e affina tutto ciò che vi è da sapere per la realizzazione di un piatto perfetto tanto che, nell’ultima fase di lustro del locale, Chef Gritti sceglie di lasciargli completamente le redini e i mestoli della sua cucina.
E’ con questo sapere che Chef Michele Sana sceglie di cogliere la sfida e trasformare la (piccola) cucina del Ristorante Porta Osio a Bergamo da bistrot con enoteca a ristorante gourmet in cui proporre la sua personalissima filosofia fatta di materie prime di grande eccellenza, lavorate sapientemente e con abbinamenti ricercati e sorprendenti. E vince la sfida, che sceglie di concludere nell’aprile 2016.
Dal 2013 è lo Chef ufficiale dell’evento “In viaggio sulle Orobie”, organizzato dal mensile Orobie.
Michele, che nella sua grande umiltà arrossisce all’appellativo di Chef, ha passione da vendere sia per la professione, ma ancor più per la materia prima. La sua è una cucina votata alla sperimentazione continua ma cosciente e senza sprechi. E’ il cuoco che trascorre lunghi attimi ad ascoltare i racconti e a soddisfare curiosità col fruttivendolo di fiducia o il produttore di esperienza. E’ il ragazzo che non vuole smettere di apprendere e conoscere da chiunque ed è anche lo stesso che non si tira indietro quando si tratta di insegnare a sua volta. E’ lo Chef che si connota immediatamente in un suo piatto, fatto di pochi semplici ma straordinari ingredienti, mixati in un audace gioco di contrasti tra sapori e consistenze.