Vicinia: il primo negozio a KM zero, bio e zeropack a Bergamo

Dettagli

“Alla natura si comanda solo ubbidendole”.
A dirlo non è La Busky di Kilometro Zero ma, un certo Francis Bacon che, circa mezzo secolo addietro,  lanciava un messaggio agli uomini sull’importanza di non spingersi oltre i limiti consentiti e che l’unico modo per coesistere e trarre il meglio dal nostro Pianeta è innanzitutto ascoltarlo.

Nel panorama alimentare, oggi più che mai, “progresso” fa rima con “biologico” e sull’onda di questa filosofia nasce Vicinia Bergamo, il primo negozio del settore con un’offerta interamente e sinceramente bio, zero pack e kilometro zero35 dedicato ai consumatori più sensibili ed esigenti in tema di salute e sostenibilità.
Salute e sostenibilità che non si traducono in un’offerta meramente salutistica – come si è spesso erroneamente portati a pensare – ma che ha come principale scopo quello di valorizzare e avvicinare ai consumatori la conoscenza di produttori biologici e biodinamici del territorio orobico attraverso le oltre mille referenze che sarà possibile acquistare in negozio.

Vicinia Bergamo, che trae l’ispirazione del suo format dal berlinese Original Unverpackt - primo esempio europeo vincente di supermercato no-pack, è il risultato di un progetto fondato su tre pilastri fortissimi:
nutrizione sana e biologica
valorizzazione del territorio
rispetto dell’ambiente.

Valori in cui i due appassionati ed esperti fondatori – Claudio BonetalliRoberta Zucca – e Roberto Fiorendi – socio fondatore di Zero Waste Italy – credono fortemente, proponendo così alla sempre più attenta e sensibile clientela bergamasca, la possibilità di effettuare una spesa sostenibile e completa in una realtà che propone eccellenze del territorio di ogni tipo: dalla materia prima, al preparato; dal fresco alla panetteria; dall’enoteca alla gastronomia.

La maggior parte dei prodotti vengono venduti sfusi, sia per l’attenzione all’ambiente, sia per consentire una forte riduzione dei costi che – tolti imballaggi e trasporti – si concentrano unicamente sulla qualità e sulla genuinità dei prodotti.
La selezione attenta di circa quaranta piccoli produttori di eccellenza biologica del territorio lombardo consente al cliente di non perdere tempo e la vista nell’analizzare etichette kilometriche e troppo spesso ambigue e poco esaustive. E’ un negozio che non si accontenta della certificazione biologica, ha l’ambizione di andare oltre. I prodotti trasformati sono tutti rigorosamente artigianali e gli ingredienti vengono selezionati uno ad uno.

La selezione dei prodotti – rigorosamente vegani, vegetariani e di stagione – comprende realtà conosciute come Cibolab Officine Creative di Matteo Moioli, la gastronomia vegana Soul Fruit di Sarnico e il Panificio Oro Bianco di Alessio Colombo.

L’acqua, naturale e frizzante, viene distribuita gratuitamente e garantisce la stessa qualità di quella contenuta nelle casette dell’acqua.

L’arredamento del negozio – coerentemente con la filosofia del progetto – è in perfetto stile sostenibile e da vita a un design moderno e accattivante attraverso l’utilizzo di materiali riciclati a basso impatto ambientale.

Vicinia Bergamo, situato in via XXIV Maggio 50,rimarrà aperto al pubblico tutti i giorni (tranne la domenica) dalle 9.00 alle 19.30.

Un’ottima occasione per scoprire i vantaggi di scegliere un prodotto “dal solco al desco” che, non a caso, è il pay-off di Vicinia.

Reportage: photo credits © Lucio Elio

Condividi
Stefania Buscaglia

298 Post scritti

Foodwriter libera professionista, scrive di eccellenza gastronomica italiana tra web e carta stampata. Collabora con il mensile Orobie curando la rubrica "KilometroZero" ed è autrice delle interviste di "Chef, Templi del Gusto, Ricette Divine" per il magazine di cucina Lorenzo Vinci. Collabora con la rivista Scifondo ed è testimonial per Fackelmann Italia con le sue "ricette passo passo".

Potrebbe interessarti anche...

Commenta con...

Commenti

Lascia un commento HTML non supportato